Happy go lucky!

Da traduttrice mi va bene che ci sia un termine preciso per tradurre questo modo di dire (spensierato), ma dentro di me funziona meglio pensare che significhi: chi è felice attira su di sé tutte le fortune, perchè in fondo per qualcuno potrebbe essere così.

Per favore non mi catalogate nella cartelletta Quelli che la legge dell’attrazione – no, no, no, la legge dell’attrazione no! Chiedi e ti sarà dato neanche! Perchè, diciamola tutta: in un’ipotetica partita a scacchi vincerebbe sempre e comunque la legge di causa ed effetto!

Vi svelo un segreto. Un giorno di tanto tempo fa (vedi: vita precedente) partecipai in qualità di traduttrice esperta della materia a un meeting di direttori di musei provenienti da tutto il mondo. Erano pochi, cinque, sei, non di più. Ma di calibro massiccio! Di quelli che la mattina, nel prepararmi, mi sono cambiata d’abito circa sedici volte – scollatura si, scollatura no; tacco 7,10, 3, e ritorno. Di quelli che non sapevo se ridere in modo isterico per essere stata scelta o piangere dal nervosismo.

Bene. Il meeting era moderato da un tal Mister Nessuno (posso dirlo, tanto non mi ricordo neanche chi fosse) che propone ai partecipanti una supermostra con i pezzi più rilevanti delle collezioni dei loro musei. I titoli delle opere me li ricordo ancora. La proposta, una follia in termini organizzativi, di trasporto, di valori assicurativi e compagnia bella.

Ma alle educate proteste dei direttoroni lui rispose: <<Cari signori, bisogna imparare a volare alto alto, così non si rischia di prendere i pali!>>.

La grammatica, questa sconosciuta; la mostra, non credo che l’abbiano mai fatta; il faccendiere, probabilmente in galera per fronde… io, pagata profumatamente per prendere un insegnamento! A distanza di tanti anni quella frase mi gira ancora per la testa, ricordandomi di continuo che essere spensierati ha a che vedere con la fiducia e la visione.

Senza la fiducia, non si va da nessuna parte. Senza la visione, non si riesce nemmeno a vedere il motivo per il quale dovremmo andare da qualche parte. Se ci mettiamo un grande insegnamento dietro, capiamo da dove viene la mia proposta di traduzione alternativa iniziale:

You look outside while you change inside.

Everybody we see is a mirror to our own face.

(Guardiamo all’esterno mentre dentro cambiamo, e ogni persona che incontriamo ci fa da specchio).

Lama Ole Nydahl

Il mondo esteriore rispecchia il nostro mondo interiore. Se cerchiamo difetti, ne troviamo a iosa. Se diamo la responsabilità ad altri, qualcuno la dà a noi. Se non siamo i primi a interessarci al benessere di tutti, nessuno sarà interessato al nostro.

Altro che legge dell’attrazione, c’è da rimboccarsi le maniche… spensierati!

Due bellissime immagini in omaggio ai fantastici Worth1000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.